Tagliolini delle Madonie su riduzione di Fichi e Rosmarino

Chi l’avrebbe mai detto che noi due amanti dei dolci saremmo arrivate a pubblicare la nostra quarta ricetta per un piatto salato?
Eppure durante l’esperienza con il contest 4Cooking ci siamo divertite così tanto da approfittare subito del contest “Grani Antichi a Ganci – Sfida in cucina 2015”, in occasione della Sagra della Spiga, che si svolgerà a Gangi il 4 agosto. La ricetta vincente sarà presentata ad Expo come “Ricetta di Gangi 2015” e cucinata in piazza il giorno stesso della sagra.
In questo caso ci siamo messe alla prova con la preparazione della pasta fresca fatta in casa testando delle farine biologiche abburattate di BioMadreNatura che ci sono state recapitate, scegliendo nel nostro caso la farina di grano duro “Nero delle Madonie”.

tagliolini-madonie-04

Si chiedeva di esaltare i prodotti dell’orto, prodotti a km0 della nostra terra e noi ne abbiamo approfittato, scegliendo fichi freschi, rosmarino bio di Castelnuovo e guanciale di maialino nero delle Madonie.

tagliolini-madonie-05

Per questa occasione abbiamo pensato di realizzare non una tradizionale pasta all’uovo bensì una pasta all’acqua, più leggera ed adatta ad eventuali tollerenze.

tagliolini-madonie-01

Ingredienti per 2 persone:
per la Pasta all’acqua
150 g farina di grano duro “Nero delle Madonie”
70 g acqua
un pizzico di sale
un cucchiaio di olio extravergine d’oliva

per la riduzione di Fichi e Rosmarino
130 g fichi
2 cucchiai di acqua
un rametto di rosmarino
q.b sale e pepe

per il condimento
60 g guanciale di maialino nero delle Madonie
q.b pistacchi
q.b sale e pepe

Procedimento:
Per prima cosa abbiamo preparato la pasta fresca preparando la tradizionale fontana di farina su un ripiano di marmo ed aggiungendo a poco a poco l’acqua. Abbiamo messo a riposare per mezz’ora dedicandoci, nel frattempo, alla preparazione della riduzione e del condimento.
Per la riduzione abbiamo frullato i fichi, già sbucciati, aiutandoci con dell’acqua e versato il composto in pentolino antiaderente insieme ad un rametto di rosmarino. Abbiamo portato a bollore per farlo addensare aggiungendo un pizzico di sale e pepe; comincerete a sentire il profumo di fichi e rosmarino sprigionarsi lentamente. Dopo averlo lasciato raffreddare, la riduzione è stata travasata in barattolo. Abbiamo steso la pasta con la nonna papera e ricavati i tagliolini. Per il condimento, abbiamo tagliato il guanciale a strisce sottile e rosolate in padella antiaderente a fuoco basso così da sciogliere il grasso.
Abbiamo sbollentato appena la pasta in acqua salata ed, una volta scolata, aggiunta al guanciale così da lasciarla insaporire. Salato e pepato. Infine abbiamo servito versando un paio di cucchiai di riduzione di fichi fredda sul fondo del piatto ed adagiandovi sopra i tagliolini ben caldi. Abbiamo ultimato con dei pistacchi finemente tritati.

tagliolini-madonie-02

Sappiamo che state storcendo il naso all’idea di utilizzare una riduzione, apparentemente, dolce come accompagnamento ad un primo, ma fidatevi… la riduzione da un tocco di freschezza al guanciale che è molto saporito.
Il rosmarino lascia un aroma intenso e profumato che resta in bocca, trasformando un piatto apparentemente forte in dolce e delicato. 
Replicatela… e fateci sapere…

4 Comments

  1. Omamma che ricetta ! Questa la metto nella lista dei piatti da provare. Per quanto riguarda l’aumento dei piatti salati sul vostro blog sono certa che adesso chel ci avete preso gusto nn vi fermerete piu’! Un bacio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *