Casetta dei ricordi

Dolcetto o scherzetto?!
In realtà noi siamo più tradizionaliste, così preferiamo la Festa dei Morti ad Halloween. Probabilmente il motivo di questa preferenza è il significato della ricorrenza: la commemorazione dei defunti.

casetta1

Da piccina mi spaventava l’idea che nella notte tra l’1 e il 2 Novembre i defunti visitassero i propri cari portando dei doni. Ma crescendo ho imparato ad apprezzarne il significato più profondo.
Ricordo che per i miei genitori era un modo di rispolverare i vecchi giocattoli, a volte dimenticati in qualche angolo della casa.

SONY DSC

È tradizione preparare un cesto ricco di biscotti, martorana e frutta secca, spesso accompagnato da una statuetta di zucchero dipinta. Quest’anno ho voluto creare una piccola tradizione tutta nostra.
Invece di comprare i biscotti tradizionali, io e mio marito ci siamo imbarcati nella preparazione di una casetta fatta interamente di pasta frolla. Per rendere tutto più semplice, abbiamo deciso di affiancare alla casetta degli animaletti di marzapane.
casetta5
L’ispirazione l’ho tratta da una rivista mensile acquistata tempo fa. Ho pensato che potesse essere un buon modo per spiegare alla mia piccina la festa. 😉

Ingredienti
Frolla
600 g farina 00
300 g burro
50 g cacao
150 g zucchero
3 uova

Glassa
1 albume
250 g zucchero a velo

Marzapane
150 g farina di mandorle
100 g zucchero a velo
1 albume
coloranti alimentari

1 pacchetto di wafer cioccolato fondente

Procedimento

Ho iniziato il giorno prima preparando i biscotti.
Ho lavorato il burro e lo zucchero in planetaria. Ho aggiunto le uova ed infine la farina e il cacao precedentemente setacciati.
Ho messo la frolla a riposo in frigo per 30 minuti.
Nel frattempo ho preparato il marzapane. In una ciotola ho versato la farina di mandorle e l’albume. Ho aggiunto poco alla volta lo zucchero a velo, in modo da evitare che fosse troppo dolce. Ho diviso il panetto di marzapane in pezzi più piccoli per colorarli diversamente.
Siccome volevamo che tutto venisse perfetto, abbiamo messo a punto un progetto! 🙂 Abbiamo calcolato le dimensioni che desideravamo e ritagliato la carta forno per ricreare le forme necessarie.
Finito il riposo, ho steso la frolla e l’ho ritagliata con l’ausilio delle forme di carta forno, stando attenta a lasciare un paio di centimetri di margine.
In questo modo ho ottenuto: un cerchio, come base della casa; due parallelogrammi, necessari per il tetto; due rettangoli, per le facciate laterali della casa; e due forme particolari per le facciate posteriore e frontale della casa.
Prima di infornare ho ritagliato a mio piacere i riquadri per le finestre e la porta. Una volta pronti ho messo a cuocere in forno a 180° C per una ventina di minuti.
Il resto della pasta frolla l’ho usata per creare dei biscotti in modo da ricreare il ciotolato del giardino e delle aste per la staccionata.

SONY DSC

Una volta cotto i biscotti, bisognava dedicarsi al montaggio e alla decorazione.
Abbiamo usato la glassa bianca per tutti i contorni delle finestre e della porta. Una parte di glassa è stata usata per dare colore al tetto. Il marzapane è stato usato per creare: un coniglio, un cane, un maialino, un topolino, dei fiorellini e delle zucche. I wafer sono serviti a creare un rettangolo di base su cui poggiare e fissare le quattro pareti. Il tutto è stato unito usando come ‘collante’ il cioccolato fondente fuso, che ho colato sulle parti e rassodando ha dato stabilità alla struttura.
È stato impegnativo, ma un sacco divertente.
La grande soddisfazione è stata veder riconoscere gli animaletti e sentirle fare i versi di ognuno!

SONY DSC

 

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *