Brioche alle mele caramellate e nocciole

Vi capita mai di aprire gli occhi la mattina e desiderare una giornata piena di tenerezza e coccole?
C’è chi ogni mattina fa una scorpacciata di baci ed abbracci morbidosi al profumo di bimbo e chi, invece, si fionda a casa della sorella per farsi coccolare condividendo la colazione.
Come avrete capito, ieri siamo riuscite a fermare il tempo (si fa per dire!) e trascorrere la mattinata insieme con l’intento di realizzare una ricetta per il nuovo contest “Il mio cuore batte per…” di Rigoni di Asiago.

brioche-milbio-01

Per questa occasione abbiamo pensato ad una brioche soffice al Miele d’Arancio arricchita da una farcitura di mele caramellate e nocciole.

mielbio-mele-nocciole02



mielbio-mele-nocciole04

Una coccola infinita dal primo morso. Un intenso profumo di miele e mele riempirà la casa.

Ingredienti:
per la Brioche al Miele d’Arancio
230 g farina Manitoba Spadoni
70 g farina integrale
120 g latte
un uovo intero
50 g burro
10 g zucchero semolato
15 g Mielebio d’Arancio Rigoni di Asiago
2 g sale
5 g lievito di birra

per il ripieno
3 mele
40 g Mielebio d’Arancio Rigoni di Asiago
15 g burro
50 g nocciole tritate
scorza di un limone

Procedimento:
In attesa del mio arrivo, Anna ha preparato il lievitino: in una ciotola ha sciolto il lievito di birra in 80 g di latte e unito 80 g di farina, presa dalla dose totale della farina Manitoba.
Dopo 45′ circa, abbiamo versato il lievitino in planetaria ed aggiunto una parte di farina per dare consistenza all’impasto. Con la planetaria in funzione abbiamo unito il resto del latte, seguito dallo zucchero e dalla farina necessaria a far prendere corda all’impasto.
Allo stesso modo abbiamo proceduto con l’uovo, versando separatamente tuorlo seguito di miele e metà della farina restante e per ultimo l’albume, sale e farina.
Ottenuto un impasto sufficientemente omogeneo ed elastico, abbiamo unito poco alla volta, il burro a temperatura ambiente.
L’impasto è stato lasciato lievitare per mezz’oretta in una ciotola coperta con pellicola. Nel frattempo, abbiamo sbucciato le mele per il ripieno e caramellate in una padella antiaderente con limone, burro e miele, fino a quando le mele non risultino ben cotte e il liquido di cottura sia assorbito. Ricordate di lasciare raffreddare il ripieno prima di distribuirlo sulla treccia.
Per farcire e creare la treccia, abbiamo steso l’impasto in un rettangolo e distribuito il ripieno di mele ben freddo e le nocciole. A questo punto abbiamo arrotolato delicatamente il rettangolo d’impasto, facendo attenzione a non perdere ripieno, sul nostro account di Instagram trovate un piccolo video della nostra impresa.
Abbiamo tagliato il rotolo in due nel senso della lunghezza, lasciando un’estremità ancora unita. Abbiamo fatto attenzione nell’intrecciare le due parti della treccia e trasferita in uno stampo per chiffon cake.
Una volta raddoppiata, abbiamo cotto in forno a 180°C per circa mezz’ora.

mielbio-mele-nocciole03

“Vai dove ti porta il cuore
non cercare di fermare ogni volo d’anima che hai.
Guarda il mondo dal di dentro nel profondo fino al centro
dove il dubbio non arriva mai”

Oro

Questa ricetta partecipa al contest “Il cuore batte per…” organizzato da Rigoni di Asiago.

Unknown-1

Please follow and like us:
error

10 Comments

  1. Anche io voglio venire per una coccola e una golosissima colazione! Posso anche prepararla tutta io, fosse solo per il piacere di passare di nuovo un pochino di tempo con voi, con la testa leggera e senza troppi pensieri, tante risate…e se proprio ci mancasse possiamo portarci anche la signora delle erbe!
    bacini ragazze, mi mancate! Passate una buona serata <3

  2. Ommamma che meraviglia <3
    Finalmente riesco a passare per un saluto e trovo questa meraviglia ad accogliermi. Amo le brioche, soprattutto intrecciate e piene di dolcezza e questa dev'essere stupenda. Un bacio gigante!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.