Minestrone fave, piselli e carciofi

Quando abbiamo deciso di aprire questo blog ci siamo mosse in punta di piedi e con il naso rivolto all’insù, ammirando gli “adulti” del web pubblicare le loro ricette e foto.
Come nel caso di Mtchallenge, la sfida culinaria mensile, che coinvolge foodblogger ed appassionati di cucina, all’attivo da quasi 6 anni!
Abbiamo seguito tutte le sfide con interesse ed ammirazione e finalmente ne facciamo parte!
Siamo sicure che ci sarà da lavorare sodo, ma soprattutto che ci divertiremo a dare spazio al mondo delle ricette salate.
Iniziamo proprio da un primo piatto adatto alla stagione, infatti la sfida di questo mese riguarda la zuppa.

mtc-minestrone02

Volevamo mantenere una buona dose di tradizionalità che spesso ci contraddistingue.
Così abbiamo ripescato tra i nostri ricordi una zuppa classica siciliana, un piatto che in casa nostra era abitudine fare e che Anna evitava a tutta velocità.
Vi proponiamo un caldo e sano minestrone con fave, piselli e carciofi.

mtc-minestrone01

mtc-minestrone03

Per il procedimento sulla cottura del minestrone, abbiamo consultato l’infografica sulle zuppe di Mtchallenge, che vi riportiamo qui sotto.

zuppe

Ovviamente volevamo aggiungere del nostro alla ricetta di famiglia, qualche trucchetto di cucina acquisito dai viaggi fatti.
Così abbiamo utilizzato, come ormai è abitudine in casa di Sebastiana, il suggerimento offertole da uno chef a Perugia. Abbiamo messo olio, aglio e origano pochi minuti sul fuoco per ottenere un olio ben profumato e perfetto per condire il nostro minestrone.

Ingredienti:
dosi per due persone
150 g fave secche
150 g piselli
4 carciofi freschi
uno spicchio d’aglio
50 g spaghetti spezzati
q.b sale e pepe nero
q.b olio extravergine d’oliva
q.b origano

per il brodo vegetale
acqua
sedano
cipolla
carota
una foglia di alloro
grani di pepe nero

Procedimento:
Per prima cosa abbiamo preparato il brodo vegetale portando a bollore sedano, cipolla, carota, alloro e pepe in grani in poco più di un litro di acqua. Raggiunto il bollore abbiamo lasciato cuocere per altri venti minuti.
In un’altro pentolino abbiamo filtrato metà brodo ed aggiunto le fave ed i piselli secchi. Nonostante non fosse richiesto, noi abbiamo preferito lascire i legumi in ammollo per un’ora, prima di sciacquarli abbondantemente in acqua fredda.
Abbiamo fatto cuocere per circa un 20-25 minuti prima di aggiungere i carciofi. I carciofi sono stati precedentemente puliti e tagliati a fettine sottili.
A circa metà cottura abbiamo condito la zuppa con sale e pepe ed aggiunto la pasta.
In una padellina è stato preparato il soffritto con olio, aglio ed origano. Una volta cotta la pasta, abbiamo servitola zuppa e versato sopra un cucchiaio di olio a persona.
Noi siamo riuscite ad ottenere la giusta consistenza grazie allo sfarinamento dei piselli, in caso contrario potrete rendere in purea un paio di mestoli di legumi con un frullatore ad immersione.

mtc-minestrone04

A noi é piaciuta tanto senza ulteriori aggiunte, ma per i più golosi suggeriamo un’abbondante dose di pecorino grattugiato, un abbinamento perfetto con le fave.
Buon appetito!

Con questa ricetta partecipiamo a Mtchallenge

PicMonkey Collage

Please follow and like us:

6 Comments

  1. Brave ragazze!!
    benvenute all’MTC, intanto- e complimenti per aver scelto di inaugurare questa partecipazione con una ricetta della vostra tradizione. E’ una sfida bellissima, quella a cui stiamo assistendo, proprio perchè ciascuno di voi sta tirando fuori dal baule dei ricordi le minestre e le zuppe meno note: aggiungiamo all’elenco di queste bontà il vostro contributo, che è un anticipo di primavera- e grazie ancora!

  2. Ciao, benvenute!
    mi piace questa zuppa della tradizione siciliana. Non la conoscevo come tale, conosco l’abbinamento di sapori, infatti questi ingredienti mi hanno subito ricordato un piatto siciliano che è un contorno, ma anche un sugo per la pasta o la base per un risotto, la Frittedda.
    Esattamente carciofi, fave e piselli solo che questi ultimi due sono freschi, proprio primaverile.
    Bella questa versione per i giorni ancora freddi, mi piace tanto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.