Gnocchi di patate con melograna e noci

Rieccoci alle prese con la sfida mensile di Mtchallenge e, soprattutto, con un piatto salato.
Nella sfida precedente sono state presentate tantissime pizze, dalle più semplici alle più elaborate; la vincitrice Annarita, del blog Il Bosco di Alici, con la sua Diversamente Margherita ha conquistato proprio tutti.
Annarita ha avuto un po’ di tempo per stabilire il tema di Mtchallenge #59 e stupirci con un piatto che a primo impatto può sembrare facile ma sotto sotto nasconde delle piccole insidie:

Gli gnocchi!

gnocchi-mtc-noci-zafferano

Il nostro approccio con questa sfida è stato un po’ timoroso, non solo perché apparteneva al mondo del salato ma perché le donne della nostra famiglia non ci hanno tramandato l’abitudine di prepararli in casa.
Anna non li aveva mai fatti; mentre io mi ero cimentata qualche volta con la ricetta di famiglia di mio marito.
Ma ad essere sincera erano più le volte che facevo da assistente!
In tutti questi anni, gli gnocchi sono sempre stati abbinati a burro e salvia, quella fresca appena raccolta dall’orto di mio suocero.
Ma per Mtchallenge volevamo qualcosa di più!

gnocchi-mtc-noci-zafferano

Una mattina ci siamo date appuntamento per andare al mercato e definire la ricetta, che faticava a prendere forma per qualche mia piccola incertezza.
Due passi fuori dal portone di casa e siamo state travolte da un acquazzone.
A quel punto erano chiari quali fossero i sapori che volevamo nel piatto.

gnocchi-mtc-passo-passo

gnocchi-mtc-ingredienti

Abbiamo letto per bene il post di Annarita riguardante la scelta delle patate; la cottura; la preparazione e la forma dello gnocco e, modestamente, siamo contente di essere riuscite ad intrecciare i nostri impegni e di non esserci lasciate tentare dall’idea di saltare questa sfida.

Ingredienti:
dosi per 4 persone
per gli Gnocchi
600 g patate rosse
140 g farina 00
q.b. sale

per la Crema alle noci
100 g stracchino
100 g brodo vegetale
50 g noci tritate
q.b. zafferano in pistilli
q.b. sale
q.b. pepe

per la riduzione
10 cucchiai succo di melagrana
2 cucchiai aceto balsamico
1 cucchiaio miele millefiori

Procedimento:
Abbiamo iniziatola preparazione del piatto dalla riduzione. In un pentolino antiaderente abbiamo lasciato ridurre il succo di melagrana fresco, l’aceto balsamico ed il miele.
Nel frattempo abbiamo preparato del brodo vegetale con carota, sedano, cipolla, zafferano in pistilli e sale.
Avendone la possibilità abbiamo scelto di cuocere le patate già lavate a vapore utilizzando il cestello in acciaio del set di pentole. Avendo utilizzato patate di medie dimensione più o meno uguali tra loro, ci sono voluti circa 15-20 minuti dalla bollitura dell’acqua.
In un piano di lavoro di legno, abbiamo sbucciato e schiacciato le patate ancora bollenti, cercando di allargarle tra di loro così da fargli perdere l’umidità. Vi abbiamo aggiunto un terzo della farina ed il sale. Abituate ad impasti da incordare, abbiamo incorporato la farina come si procede per la preparazione di una frolla, ovvero senza maneggiarla troppo. La restante dose di farina è stata aggiunta in due tempi diversi. Ottenuto una pagnotta compatta e non più umida, l’abbiamo tagliata con un tarocco per ricavare la dose necessaria a stendere dei filoncini e, successivamente, i singoli gnocchi. Considerate sempre un po’ di farina in più da distribuire sul piano di lavoro durante questo passaggio.
A questo punto, Anna armata di forchetta e pazienza ha creato la rigatura ed il solco in ogni singolo gnocco, trasferendoli in un vassoio infarinato giusto il tempo di portare la pentola piena d’acqua ad ebollizione. Se volete vedere questo passaggio, guardate il video creato da Annarita.
Una volta pronto il brodo, con l’aiuto di un frullatore abbiamo leggermente tritato le noci sbucciate ed aggiunto lo stracchino ed il brodo conditi cn sale e pepe. La crema è stata poi versata in una padella così da poter mantecare gli gnocchi riscaldando leggermente il tutto per qualche minuto.
Gli gnocchi sono stati sbollentati in acqua salata e, una volta a galla, sono stati scolati con una schiumarola e saltati in padella per qualche minuto.
Per servirli, abbiamo disposto sul fondo del piatto la riduzione precedentemente preparata, gli gnocchi mantecati con la crema e sopra abbiamo cosparso altre noci tritate e pistilli di zafferano.

gnocchi-mtc-noci-zafferano

Per noi Mtc è una vera e propria scuola di cucina in cui ogni mese impariamo e sperimentiamo nuovi piatti.
Questo mese è stato davvero impegnativo ma ne siamo soddisfatte, una preparazione della tradizione a cui abbiamo voluto dare una rosa di sapori: la dolcezza delle patate contrastata dal gusto amaro delle noci e pungente del melograno.
Un po’ di autunno nella nostra tavola, per noi che viviamo sempre un caldo autunno.

Con questa ricetta partecipiamo ad Mtchallenge

mtc_gnocchi

Please follow and like us:

3 Comments

  1. Gli elementi mi piacciono, gli gnocchi sono venuti bene, non se avrei usato lo stracchino non mi pare che si sciolga molto bene per una crema/vellutata. Mi piace comunque lo spirito MTC di sperimentare e confrontarsi che avete dimostrato. Brave.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.