English muffins per una colazione all’inglese

Cara e dolce colazione…
Ops!

Oggi la colazione non è molto dolce, se non per i ricordi che porta con sè.
Oggi viaggiamo verso nuovi orizzonti per esplorare nuovi sapori ed abitudini alimentari.
Ci avviciniamo con riverenza ad una cultura culinaria che non ci appartiene ma che abbiamo avuto la fortuna di assaporare in giro per il mondo: parliamo di sapori inglesi ed americani; di colazioni salate al profumo di uova e bacon; e di brunch ovvero quel pasto giornaliero un po’ confuso che si crede una colazione ma è più simile ad un pranzo anticipato!
Sgranate gli occhi, stimolate le papille gustative perché stiamo per farvi assaporare gli English Muffins.

Spiacenti di deludervi!
Non avete trovato piccole e soffici torte ad aspettarvi, ma semplici focaccine dolci tipicamente servite con uova alla benedict, bacon e tanta salsa olandese.
Qualcosa di completamente diverso se siete soliti fare colazione con un caffè e due biscotti; ma fidatevi, vi tuffereste a capofitto se ne trovaste uno nel piatto durante una crociera in barca lungo la barriera corallina Australiana.. anche alle 6 del mattino, in quelle circostanze il salato è un “must”.

Ingredienti:
per l’impasto degli English Muffin, dosi per 8 muffins
300 g farina 0
200 ml panna fresca
10 g zucchero di canna
5 g lievito di birra
q.b. farina per polenta

per la colazione inglese per 2 persone
2 uova fresche
un cucchiaino di aceto di vino bianco
50 g bacon a fettine
q.b. salsa olandese

per la Salsa Olandese di G. Ramsay
3 tuorli d’uova
2 cucchiai di aceto di vino bianco
200 ml burro fuso
q.b. succo di limone
q.b. sale e pepe

Procedimento:
In un pentolino abbiamo riscaldato la panna, senza farla bollire. Nel frattempo, in una ciotola abbiamo setacciato la farina ed unito lo zucchero. Abbiamo fatto sciogliere il lievito di birra nella panna, versato nella ciotola con gli ingredienti secchi ed iniziato ad impastare con un cucchiaio di legno.
Dopo qualche minuto abbiamo posato il cucchiaio ed impastato a mano fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. La ciotola è stata coperta con la pellicola e lasciato lievitare fino al raddoppio in un luogo tiepido.
Una volta raddoppiato, abbiamo sgonfiato leggermente l’impasto e trasferito su un piano di lavoro leggermente infarinato. Con un mattarello abbiamo steso l’impasto allo spessore di 1 cm e con un coppapasta rotondo di 10 cm di diametro sono stati ricavati i muffin, circa 8 dischi.
Abbiamo distribuito su una teglia della farina di polenta e disposto sopra i muffin ben distanziati.
Uno strofinaccio da cucina è stato steso a coprire la teglia fino ad attendere il raddoppio, circa un’oretta.
Abbiamo riscaldato per bene una padella antiaderente e cotto i muffin per 7/8 minuti a lato.
Per una perfetta colazione inglese o un brunch, abbiamo accompagnato i muffin tagliati a metà e tostati con uova alla benedict, fettine di bacon croccante ed abbondante salsa olandese.
Per la salsa olandese, abbiamo preparato una pentola piena d’acqua e portato a bollore per montare a bagnomaria i tuorli in una ciotola di metallo. Abbiamo versato l’aceto e con una frusta abbiamo montato senza far riscaldare troppo le uova, di tanto in tanto rimuovendo la ciotola dalla pentola.
Ottenuta una massa ariosa e chiara, ci siamo spostate dal fuoco ed abbiamo versato a filo, poco alla volta, il burro nella ciotola facendo attenzione a montare fino a rendere la massa cremosa come una maionese. Abbiamo aggiunto il limone, il sale ed il pepe.
Abbiamo tagliato a striscioline il bacon e reso croccante cuocendolo in una padella.
Per le uova alla benedict abbiamo portato a bollore una pentola di acqua con un cucchiaino di aceto. Dopo aver aperto l’uovo in una ciotolina, con un frustino abbiamo creato un vortice nell’acqua al centro del quale abbiamo rilasciato l’uovo.
Lasciato cuocere per 2/3 minuti, abbiamo rimosso l’uovo delicatamente con una schiumarola e passato in acqua fredda.
Abbiamo servito disponendo al centro di un piatto metà muffin ben caldo, delle striscioline di bacon, l’uovo alla benedict e una colata di salsa olandese.
Si può terminare richiudendo con l’altra metà del muffin.

Noi abbiamo finito col pranzarci, ma per una semplice questione tempistica.
Provate a coccolarvi con un brunch casalingo magari coinvolgendo degli amici, ne sarete entusiasti.
Lanciatevi nella preprazione di muffin dolce salati, trovate la nostra ricetta insieme ad altre in una rubrica sul numero di marzo/aprile della rivista di IfoodStyle.
Questo mese la rivista è interamente dedicata alla primavera entrante!

Anna&Sebastiana

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *