Ciambelline Pasquali alla cannella

È iniziata la settimana santa…
Potremmo stare ore a raccontarvi cosa significa per noi la Pasqua, cercare di farvi capire perché non gioiamo all’idea di questa festa.
Sebbene ogni anno cambi data, con sé porta un alone di tristezza.
Noi siamo così:
viviamo la nostra giornata tra tante risate a cuor leggero, una dose extra di ironia, che spesso viene fraintesa, ed un velo di maliconia che non ci abbandona mai come la nuvoletta di Fantozzi.
Ma qui vogliamo parlare di cibo e dolci, quindi parliamo un po’ delle Ciambelline Pasquali o i Cudduri cu l’ova.

I dolci Siciliani legati alla Pasqua sono nati come pani speciali non solo in rappresentanza della passione, morte e resurrezione di Cristo, ma con chiari riferimenti alla preoccupazione dei contadini per la sorte del raccolto.
Col tempo tali ricette si sono evolute: l’olio è stato rimpiazzato dalla sugna; il lievito dall’ammoniaca e sono introdotte decorazioni sempre più elaborate al posto dei semi di sesamo o di papavero.
Tradizionalmente queste ciambelline vengono cotte con un uovo sodo incastrato nell’anello del dolce e con dei bastoncini di pasta frolla intrecciati in modo da rappresentare la forma di un cestino o di una colomba.
L’uovo in tal senso diventa simbolo della rinascita e della speranza.

Ma che ne direste di mettere un attimo da parte la tradizione ed utilizzare quelle golosissime e coloratissime uova di cioccolato confettate?
Creano quasi dipendenza per via del loro guscio di zucchero croccante ed il cuore tenero di cioccolato.
Noi abbiamo usato quelle piccole ma si possono usare anche quelle più grandi dalle dimensioni simili alle uova di gallina.

Ingredienti
dosi per 8 coroncine
per la Frolla alla cannella
500 g farina 00
150 g zucchero semolato
125 g strutto
50 g latte intero
2 uova intere
12 g cannella
1 bustina di bustina per dolci
semi di mezza bacca di vaniglia

per la glassa
200 g zucchero a velo
un cucchiaio di rum
4 cucchiai di acqua

per la decorazione
uova di cioccolato confettate
palline colorate

Procedimento:
In una ciotola capiente abbiamo setacciato insieme la farina ed il lievito ed unito lo zucchero. Abbiamo tagliato a cubetti lo strutto ed incorporato agli ingredienti secchi posti nella ciotola. Vi abbiamo versato le uova leggermente sbattute insiele al latte ed ai semi di vaniglia ed impastato fino ad ottenere una pasta morbida. Abbiamo lasciato riposare la frolla in frigo per mezz’ora.
Trascorso il tempo di riposo abbiamo suddiviso la frolla in 8 palline di ugual peso; da ogni singola porzione abbiamo ricavato dei filoncini sottili e lunghi circa 50 cm; abbiamo ripiegato ogni singolo filoncino in due e delicatamente attorcigliato su se stesso. Per formare la coroncina, abbiamo richiuso delicatamente il filoncino senza perdere l’intrecciatura ed incastrato le estremità libere dentro la “cruna”.
Abbiamo cotto adagiando al centro una pallina di alluminio in modo da rimuoverla post cottura e sostituirla con uova di cioccolato confettate.
Abbiamo spennellato la superficie delle ciambelline con un po’ di latte ed infornato a 180°C fino a doratura, circa 40-50 minuti.
Una volta sfornate abbiamo preparato la glassa.
In una ciotola abbiamo setacciato lo zucchero a velo, versato il rum ed una parte di acqua e mescolato con una forchetta. Abbiamo continuato ad aggiungere l’acqua senza smettere di mescolare per evitare la formazione dei grumi. Con un cucchiaio abbiamo distribuito la glassa sulle ciambelline e cosparso sopra gli zuccherini colorati. Una volta asciutte è stato disposto al centro un uovo di cioccolato confettato.

Buona merenda.

Anna&Sebastiana

Please follow and like us:

2 Comments

  1. Purtroppo succede che durante le festività ci sia un velo di malinconia, soprattutto se legato ad episodi non belli a cui le associamo e per la mancanza dei nostri cari che non ci sono più.
    D’altra parte, per chi crede, il significato della Pasqua è anche questo.
    Ciambelline deliziose.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.