Crostata grano saraceno con pesca noce e ribes neri

Poco prima che partissi per la mia trasferta in quel di Napoli, per giorni con Anna abbiamo parlato di colazioni.
Per chi non lo sapesse, sui nostri social (instangram e facebook) siamo due abitudinarie delle belle colazioni… colazioni che, purtroppo, non sempre facciamo insieme.
Così cercando di dare un certo ordine e provando a realizzare una certa programmazione, abbiamo dedicato 5 minuti ad un virtuale sondaggio sulla nostra gallery.
Ci siamo rese conto che tra cornetti e fette di torte varie, le regine indiscusse sono le crostate.
Peccato che tra tutte le crostate che in questi mesi abbiamo preparato e fotografato, nessuna sia ancora finita sul blog.
O viene spazzata via subito; o dato che nessuno è perfetto, da cruda è bellissima mentre da cotta è un’incubo; oppure semplicemente non ci abbiamo mai riflettuto.
Così prima di partire decidemmo di prepararne una bella tutta per il blog.

Vi capita di avere un’immagine chiara della ricetta che pensate di realizzare, ma poi qualcosa vi fa sballare i programmi?
Stavolta non parlo di disavventure o disastri vari a cui per rimediare inevitabilmente bisogna passare al piano B.
Per fortuna stavolta, la crostata era davvero così bella che Anna non ha minimamente avuto intenzione di rivestirla con la griglia di pasta frolla… si è rifiutata!

Per la frolla ci siamo ispirate alla ricetta della frolla all’olio extravergine d’oliva e farro di Montersino, utilizzando farina di grano saraceno e di tipo 0.
È una ricetta che usiamo spesso anche per la preparazione di biscotti.
È una frolla gradevole al palato, senza latticini e senza uova e risulta molta comoda in caso di emergenza dispensa.

Ingredienti:
dosi per una tortiera da 18 cm di diametro
per la Frolla al Grano saraceno
170 g farina 0
80 g farina di grano saraceno
4 g lievito
100 g zucchero di canna
125 g acqua tiepida
35 g olio di semi di girasole
30 g olio extravergine di oliva

per la farcitura
100 g confettura di ribes neri
3 pesche noci

Procedimento:
Per la preparazione della frolla abbiamo seguito lo stesso procedimento usato per i biscotti: nella planetaria abbiamo lavorato con la frusta a filo l’acqua e lo zucchero di canna; aggiunto il lievito e i due oli lavorando come una maionese; ottenuta una massa omogenea, abbiamo versato il mix di farine e continuato ad impastare con la frusta K.
Abbiamo lasciato riposare giusto il tempo di lavare, asciugare ed affettare le pesche. Aiutandoci con due fogli di carta forno, abbiamo steso col mattarello la frolla cercando di mantenere uno spessore omogeneo. Rimosso un foglio di carta forno, abbiamo rivestito con la frolla uno stampo per crostata da 18 cm di diamentro con il fondo rimovibile facendo aderire per bene i bordi.
I bordi li abbiamo definiti premendo con il mattarello, abbiamo rimosso il foglio di carta forno e rivestito con uno strato di confettura di ribes. Le fettine di pesche sono state distribuite cercando di creare una decorazione il più possibile armoniosa.
La crostata è stata cotta a 150°C per circa 15 minuti.

A questo punto non ci resta che auguravi un “Buongiorno!”

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.