Veggie Burger quinoa e cannellini

La continuità ci dà le radici;
il cambiamento ci regala i rami,
lasciando a noi la volontà di estenderli e di farli crescere fino a raggiungere nuove altezze.
Pauline R. Kezer

La ricetta di oggi è molto diversa da ciò che siamo sempre state e a cui vi abbiamo abituato.
Probabilmente vi sarà venuto spontaneo chiedervi se fosse farina del nostro sacco.
Ebbene si, ma non perché vogliamo montarci la testa o abbiamo dato di matto cambiando di botto ciò che amiamo; semplicemente perché vogliamo crescere ed imparare.
Questa ricetta è nata per gioco: ci viene facile pensare ad una ricetta se si tratta di dolce ma quando si parla di salato aspettiamo e rinviamo.
Così ci siamo volute mettere alla prova.
Ma mica con poco!

Siamo andate alla scoperta del mondo vegano con un burger stando attente ad ogni dettaglio ed elemento: siamo partite dal panino necessariamente soffice e leggero, ci siamo scontrate col grande ostacolo della sostituzione della carne, leggendo e provando mix ed alternative.

INGREDIENTI per 4 persone
per i panini burger
200 g di farina 0
100 g di manitoba
80 g di lievito madre
180 g di acqua
16 g di olio extravergine d’oliva
40 g di latte di soia
8 g di sale
10 g di semi di sesamo
10 g di semi di papavero

per i vegan burger
100 g di quinoa rossa
180 g di cannellini secchi
un pomodoro
mezzo cipolotto
50 g di pangrattato
20 g di olio extravergine di oliva
q.b. di sale
q.b. di pepe

q.b. pangrattato per l’impanatura

per condimento
100 g di misticanza fresca
20 g di olio extravergine di oliva
q.b. di sale
succo di mezzo di limone
un avocado maturo

Procedimento:
Abbiamo preparato l’impasto dei panini la sera precedente: per prima cosa abbiamo emulsionato l’olio ed il latte vegetale con un frullatore ad immersione fino ad ottenere una crema fluida e mettete da parte; in una ciotola abbiamo sciolto il lievito madre in 80 g di acqua presi dal totale; aggiunto le farine ed il resto dell’acqua, ed, a questo punto, incorporato il sale.
Abbiamo aggiunto lentamente l’emulsione all’impasto ed impastato fino ad ottenere un impasto liscio. Se lavorate l’impasto a mano assicuratevi che l’emulsione sia ben assorbita.
Abbiamo lasciato riposare un’ora a temperatura ambiente e poi conservato in frigo per 8/10 ore.
L’indomani abbiamo lasciato tornare a temperatura l’impasto; diviso l’impasto in quattro pezzi di ugual peso ed arrotolato a palla stretta ogni singolo panino. Abbiamo disposto su una teglia e lasciato lievitare coperti da pellicola fino al raddoppio (per noi circa due ore), ciò dipenderà dalla forza del vostro lievito e dalla temperatura ambiente.
Una volta lievitati, abbiamo acceso il forno statico a 240°C, rimosso la pellicola, spennellato per bene la superficie dei panini con del latte vegetale e distribuito a piacere i semi scelti.
Raggiunta la temperatura, abbiamo infornato per i primi 15 minuti a 250°C, e poi abbiamo abbassato la temperatura a 180°C continuando a cuocere per altri 15 minuti. Saprete che i panini saranno cotti quando battendo il fondo con un cucchiaio di legno suona a vuoto.
Per i burger, abbiamo messo a mollo i cannellini una sera prima cambiando più volte l’acqua. La mattina li abbiamo cotto in acqua bollente con una foglia di alloro. Nel frattempo, abbiamo sciacquato la quinoa con abbondante acqua fredda e smesso quando ha finito di schiumare. Abbiamo cotto la quinoa in acqua fredda salata in proporzione 1 a 3 o come indicato nella vostra confezione. Una volta cotta, abbiamo ripesato la quinoa poichè il suo volume era variato, ne abbiamo prelevato 150 g da riporre in una ciotola.
Abbiamo trasferito i cannellini cotti in un becher con due cucchiai di acqua di cottura ed olio e frullato fino ad ottenere una crema. Abbiamo condito la crema di cannellini con sale e pepe ed unita alla quinoa.
Abbiamo pulito e tagliato il cipollotto ed il pomodoro prima di unirli all’impasto dei burger. Per ultimo è stato aggiunto il pangrattato e mescolanto con un cucchiaio il composto. Abbiamo coprito con pellicola e lasciato riposare in frigo per qualche ora.
Una volta recuperata la ciotola, abbiamo creato 4 burger, aiutandoci con un coppapasta di metallo della dimensione del panino, e di seguito impanati nel pangrattato condito con sale e timo.
Abbiamo disposto i burger su una teglia rivestita con un foglio di carta forno e conditi con un filo d’olio. Abbiamo cotto in forno ventilato a 180°C fino a doratura.
Abbiamo composto i vegan burger: tagliato a metà i panini lasciati raffreddare; creato un letto di misticanza condita con olio, limone, sale e pepe; adagiato il vegan burger, terminato con delle fettine di avocado maturo e richiuso la metà superiore del panino.

iniziate a sperimentare con noi, ne sarete soddisfatti!

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.