Angelica al profumo di arance e mandorle

Siete già entrati in confidenza con lo spirito natalizio?
Avete già riempito casa di addobbi, luci, candele profumate e omini di pan di zenzero?
Bene… vi aspettiamo a casa nostra!
Giusto qualche giorno fa riflettevamo sulla bellezza dei nostri Natali in famiglia da ragazze, le dormite fino a tardi, le lunghe giornate trascorse a ridere e a giocare a carte con i nostri cugini, quelle volte in cui i mq della cucina non erano sufficienti a contenere tutti noi, quegli anni in cui sceglievi un posto e non ti alzavi se non per fare un salto di corsa al bagno tra un “sette e mezzo” ed un giro a “cu cù”.
Ne abbiamo avute di feste felici e spensierate, adesso siamo dalla parte dei grandi e la magia è un po’ svanita lasciando spazio alle domande strategiche “tu doce sei a Natale?”, all’organizzazione, alla spesa ed al tempo tra i fornelli.
Ed a proposito di fornelli, che ne dite di preparare una profumatissima torta Angelica.

Angelica al profumo di arance e mandorle

La torta Angelica è una treccia di soffice pasta brioche farcita, la prima versione di questa ricetta è delle Sorelle Simili, esperte panificatrici.
Noi l’abbiamo leggermente modificata per renderla anche un po’ natalizia con piccoli cubetti di arancia candita e di pasta di mandorle tipicamente Siciliana.

Angelica al profumo di arance e mandorle

Angelica al profumo di arance e mandorle

Ingredienti
per il lievitino
6 g lievito di birra
100 g latte intero
100 g manitoba

per l’impasto
il lievitino
300 g manitoba
un uovo intero
un tuorlo
60 g zucchero semolato
80 g burro
80 g latte intero
3 g sale

per la farcia
50 g pasta di mandorle a cubetti
50 g arancia canditi a cubetti
20 g burro fuso

per la finitura
un albume
q.b. lamelle di mandorle pelate
q.b. scorze di arancia candita
q.b. zucchero a velo

Procedimento
In un becher fate sciogliere il lievito di birra nel latte tiepido, di seguito aggiungete la farina amalgamando con una forchetta. Mescolate per bene e ricoprite con uno strato di pellicola. Mettete a riposare circa 1h e mezza a temperatura ambiente; capirete che il lievitino è pronto quando compariranno in superficie delle fossette, ovvero dovrete attendere che le prime bolle superficiali siano scoppiate.
Trasferite il lievitino nella ciotola della planetaria, munita di frusta a k, e versate a filo il latte seguito da un paio di cucchiai di farina, abbastanza da far prendere consistenza all’impasto.
Procedete incorporando il primo tuorlo, seguito da metà dose di zucchero ed abbastanza farina.
Quando la massa sarà nuovamente agganciata alla frusta, ripetete l’operazione con il secondo tuorlo seguito da zucchero e farina. Terminate versando l’albume a filo, in cui avrete precedentemente sciolto il sale, e la dose di farina rimasta.
Continuate a lavorare fino ad ottenere un impasto liscio e lucido.
A questo punto tagliate il burro morbido a cubetti ed incorporatelo all’impasto versandone 2/3 cubetti alla volta nella ciotola, passate alla porzione successiva solo dopo aver assorbito tutta quella precedente. Di tanto in tanto, fermate la planetaria e capovolgete l’impasto.
Una volta terminata la lavorazione, ricoprite la ciotola con un foglio di pellicola e trasferite in frigorifero per tutta la notte.
Trascorso il tempo necessario, riponete a temperatura ambiente l’impasto ed attendete circa un’ora. In un piano di lavoro leggermente infarinato stendete l’impasto dando una forma rettangolare, spennellate il burro fuso raffreddato per la farcitura e distribuite i cubetti di pasta di mandorle e arancia candita a cubetti.
Se non avete a disposizione il panetto di pasta di mandorle potete prepararlo in casa seguendo le indicazioni che trovate nel Pandolce.
Richiudete la brioche arrotolandola secondo il lato lungo, tagliate a metà il filone creatosi ed intrecciate i due lembi mantenendo la parte del taglio rivolta verso l’alto così da rendere visibile la farcitura.
Create un cerchio, disponendo uno delle due estremità della treccia sotto l’altra; spostatela delicatamente su una teglia rivestita da carta forno e disponete al suo centro un foglio di carta forno accartocciato così da mantenere la forma durante la lievitazione e la cottura.
Coprite con uno strato di pellicola e lasciate lievitare fino al raddoppio. Preriscaldare il forno in modalità statico a 180°C e nel frattempo lasciate scoperta la brioche.
Spennellate la superficie con dell’albume, cospargete lamelle di mandorle e scorze di arancia candite lasciate intere e fate cuocere per circa 40 minuti.
Potrebbe essere utile coprire la superficie con un foglio di alluminio negli ultimi 5 minuti di cottura per evitare che si bruci.
Una volta cotta, lasciate raffreddare su una griglia e se preferite prima di servire spolverate di zucchero a velo.

Angelica al profumo di arance e mandorle

Questa ricetta è stata realizzata per il numero di novembre/dicembre della rivista di IfoodStyle.
Ma non perdetevi lo speciale di Natale realizzato con tantissime deliziose ricette perfette per le vostre feste.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Enjoy this blog? Please spread the word :)