Afternoon tea: Battenberg & Welsh cakes

Avete imparato a conoscerci e sapete bene che una giusta dose di tea al giorno non ce la toglie nessuno; ma con Mtchallenge non si può mai dire di conoscere un argomento abbastanza bene così grazie alla sfida di Marzo, la numero 71, adesso ne sappiamo molto di più del Afternoon Tea, il famosissimo appuntamento aristocratico britannico delle 5 pm.

battenberg-walsh-cakes

A decidere il tema Afternoon tea è stata Valeria, del blog Murzillo Saporito, vincitrice della sfida sull’affumicatura del mese scorso.
Prima di metterci ai fornelli, abbiamo cercato di leggere tutto il necessario per cercare di rispettare al meglio la tradizione: bisognava scegliere la tipologia di tea, ammettiamolo noi spesso ci serviamo di quelli in bustina ma per l’occasione siamo andate in erboristeria; e bisognava decidere quale categorie di pietanza portare in tavola tra biscotti, focaccine, torte e/o proposte salate; insomma eravamo un po’ confuse!

battenberg-walsh-cakes

Battenberg

Ne sono volate di proposte prima di giungere ad un accordo che ci ha soddisfatte entrambe: una Battenberg cake con mandorle ed acqua di rose e le Welsh cakes ai mirtilli rossi con confettura di fragole aromatizzata all’acqua di Rose accompagnati da una calda tazza di tea bianco floreale.

Ingredienti:
per la Battenberg cake
dosi per una torta da 15 cm di diametro e composta da due strati
per la base alle Mandorle
75 g burro
75 g zucchero semolato
75 g farina 00
un cucchiaino di lievito vanigliato
28 g mandorle tritate
60 g uova intere
½ cucchiaino di estratto di vaniglia homemade
½ cucchiaino di liquore alle mandorle o estratto di mandorle

per la base alle Rose
75 g burro
75 g zucchero semolato
75 g farina 00
un cucchiaino di lievito vanigliato
28 g mandorle tritate
60 g uova intere
½ cucchiaino di estratto di vaniglia homemade
1 cucchiaino di acqua di rose
1 cucchiaio di latte
un cucchiaino di colorante alimentare rosa artificiale

per l’assemblaggio e la copertura
60 g confettura di albicocche
1 cucchiaino di acqua di rose
50 g zucchero a velo, per spolverare
250 g marzapane bianco

Procedimento:
Preparate la base alla mandorla: in planetaria o con un frustino lavorate il burro insieme allo zucchero; aggiungete la farina ed il lievito precedentemente setacciati, le mandorle tritate finemente al coltello; incorporate l’uovo e gli aromi. Versate il composto in una tortiera da 15 cm imburrata ed infarinata. Cuocete in forno preriscaldato a 160°C per circa 20-25 minuti.
Una volta cotta, lasciate raffreddare la torta per 15 minuti e poi trasferitela in una grata.
Ripetete il procedimento per la base all’acqua di Rosa, facendo attenzione ad aggiungere l’acqua di Rosa al posto del liquore alle mondorle e il colorante il quale risulterà un po’ sbiadito dopo la cottura.
Riponete le torte in frigorifero per circa 30-35 minuti, una volta che avranno raggiunto la temperatura ambiente così da favorirvi la lavorazione.
Trasferite la torta su di un piano ricoperto di carta forno, rimuovete le cupole da ogni base con un coltello, facendo attenzione a tagliare in maniera parallela, e con dei coppapasta da 5 e da 10 cm di diametro ricavate 3 cerchi da ciascuna base.
Rimuovete delicatamente i cerchi intermedi, quelli da 10 cm, da entrambe le basi e procedete a scambiarli facendo attenzione ad incastrarli perfettamente e senza sbriciolarli troppo.
Per il montaggio: riscaldate la confettura di albicocche così da poterla filtrarla attraverso le maglie di un setaccio prima di aggiungervi l’acqua di rose; spennellare la parte superiore di una delle due basi ricomposte e adagiategli sopra l’altra.
Stendete il marzapane su di un piano di lavoro leggermente ricoperto di zucchero a velo, fate attenzione ad ottenere uno strato abbastanza sottile 2 mm così da non risultare eccessivo come copertura della torta e cercate di ricreare un cerchio il più ampio possibile per ricoprire tutta la superficie della torta.
Spennellate la superficie ed i bordi della torta con la restante confettura di albicocche aromatizzata e, facendo attenzione, adagiate sopra il disco di marzapane. Cercate di essere il più precisi possibili al primo tentativo.
Per far aderire lo strato di marzapane, vi basterà fare una leggera pressione sulla sua superficie e sui bordi; tagliate lo strato in eccesso e decoratene la superficie creando un effetto trapuntato con il dorso di un coltello o un tagliapasta specifico, in alternativa potete scegliere una decorazione a vostro piacimento.

Battenberg-rose-mtc

per i Welsh cakes
dosi per 18/20 focaccine
225 g farina integrale
50 g zucchero di canna
½ cucchiaino di cannella
½ cucchiaino di lievito per dolci
un pizzico di sale
100 g burro
60 g uova
50 g mirtilli rossi disidratati

per farcire
150 g confettura di fragole
un cucchiaino di acqua di Rose
80 g burro

Procedimento:
In una ciotola ampia mescolate la farina, il lievito, lo zucchero, la cannella ed un pizzico di sale. Aggiungete il burro tagliato a tocchetti e lavorate con le mani, come nel procedimento di sabbiatura per la preparazione della pasta frolla.
Versate i mirtilli rossi, che avrete idratato in acqua calda per circa 2 ore e, successivamente, lasciato scolare per mezz’ora.
A questo punto, sbattete leggermente con una forchetta un uovo prima di versarlo nella ciotola contenente il resto degli ingredienti. Lavorate il tutto con un cucchiaio fino ad ottenere un impasto morbido.
Aiutandovi con un mattarello, stendete l’impasto su un piano di lavoro leggermente infarinato con farina 00 fino ad uno spessore di 1 cm. Ricavate 18/20 cerchi di circa 6 cm di diametro aiutandovi con un coppapasta infarinato.
Mettete sul fuoco a fiamma bassa una padella antiaderente con un pezzetto di strutto, lasciate sciogliere ed una volta calda disponete 4 welsh prima di alzare aumentare leggermente l’intensità della fiamma. Basterà cuocere per circa 3-4 minuti ciascun lato, garantendo una cottura dorata e croccante su entrambi i lati.
Per servirle, farcite la superficie di ogni welsh cake con uno strato di burro e della confettura: noi abbiamo aromatizzato una confettura di fragole già pronta all’acqua di rose, facendo cuocere a fiamma bassa la confettura insieme un cucchiaio di acqua ed un cucchiaino di acqua di rose; una volta raggiunto la consistenza desiderata è stata fatta leggermente raffreddare prima di condire le focaccine.

Welsh-Cakes

per il tea
8 g foglie di tea bianco Bai Hao Yin Zhen
500 ml acqua filtrata in brocca, riscaldata e servita a 70-75°C

Lasciato in infusione per 1-2 minuti e servito senza zucchero.

tea-bianco

La prima nota a favore va alla qualità del tea bianco, un tea floreale con chiari note di gelsomino, niente a che vedere con la pratica bustina, servito amaro così da risultare più intenso.
Il tea si accompagna benissimo alla Battenberg cake caratterizzata dalla dolcezza naturale delle mandorle e del marzapane, una torta soffice ma asciutta ideale con il tea.
Altro abbinamento indovinato sono le Welsh cakes dotate di un sapore più rustico grazie alla farina integrale presente nell’impasto, caratteristica che si contrappone bene alla torta tendenzialmente zuccherina.

Con questa ricetta partecipiamo ad Mtchallenge.

7 Comments

  1. Mi piace l’effetto che avete fatto sulla battenberg cake, un pó insolita nella forma tonda.
    Il té bianco ha un sapore molto delicato, qui lo danno ai bambini, e si sposa bene con i sapori dolci, quindi perfetto per il vostro té.
    Grazie mille

    1. Siamo contente che ti sia piaciuto l’abbinamento ed anche la scelta un po’ bizzarra della forma della Battenberg cake. Grazie a te per aver scelto questo fantastico tema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *