ciabatte-semola

Ciabatte

Il tempo è troppo lento per coloro che aspettano, troppo rapido per coloro che temono, troppo lungo per coloro che soffrono, troppo breve per coloro che gioiscono, ma per coloro che amano il tempo è eternità.
Henry van Dyke
Potremmo stare ore a discutere su quanti di voi stanno riscoprendo il “tempo”: quella strana parola che sembra essere stata dimenticata nei mesi precedenti; quella di cui si riscopre il valore solo in occasioni particolari; parola che a suo tempo può esprimere abbondanza quando ne hai abbastanza, ma rivelarsi anche avara quando ciò che più desideri in quell’istante è averne di più.
Ma tralasciamo la questione filosofica e torniamo a quella più pratica parlando di quanti di voi hanno riscoperto l’amore per tornare con le mani in pasta passando dalla tante varianti di pasta fresca alla panificazione di panini e pagnotte.
Lo sappiamo che avete alzato la mano, proprio per questo condividiamo la ricetta delle Ciabatte da un libro che amiamo sfogliare, che abbiamo sporcato più volte di farina e dal quale a nostro parere si può trarre molto.

ciabatte-semola

Il libro di cui parliamo è Come si fa il pane di Emmanuel Hadjiandreou, è un libro semplice e ben fatto.
Ciò che più ci piace è l’approccio semplice con cui si avvicina alla ricetta, due semplici ciotole ed una forchetta e tutto ha inizio.
Crediamo che la ricetta delle Ciabatte sia in assoluto quella più provata da entrambe, essendo amanti del pane come noi, come si fa a resistere a quelle bolle e a quella crosticina dorata.
Se non vi abbiamo ancora convinti provate ad immaginare il sapore corposo dalla farina di grano duro, detta comunemente semola. Sapore che chiunque abbia assaggiato il pane siciliano sicuramente riconoscerà e speriamo abbia amato.

ciabatte-semola

Proprio per donare quel pizzico di sapore di casa e di Sicilia, abbiamo sostituito 50 g di farina 0 con farina di grano duro.
Saremo sincere, a volte non resistiamo e finiamo con il sostituire totalmente le farinem ovviamente stando attente a incorporare un po’ più di acqua.
Ma intanto vi lasciamo scoprire la bontà della ricetta, il resto verrà da se.

Ingredienti:
dosi per 5 Ciabatte
150 g farina 0
50 g farina di grano duro
180 ml acqua
4 g sale fino
3 g lievito di birra

20 g olio extravergine di oliva per la ciotola

Procedimento:
In una ciotola grande versate le farine e il sale, mentre in un becker pesate l’acqua e sciogliete il lievito di birra.
Dopo aver mescolato le farine, versate a filo l’acqua e impastate aiutandovi con un cucchiaio. Continuate fino a terminare l’acqua e otterrete un impasto appiccicoso.
Versate l’olio in una ciotola pulite e trasferite l’impasto e lasciate riposare per un’ora coprendo l’impasto delle ciabatte con una cuffia da doccia usa e getta o con un coperchio.
Trascorso il riposo, con le mani prendete i lembi superiori dell’impasto, portateli verso il centro della ciotola e ripetete la piega per il lembo inferiore.
Ricoprite la ciotola e attendete un’altra ora prima di effettuare nuovamente le pieghe. In totale dovrete farlo per tre volte.
Realizzata l’ultima piega, l’impasto sarà più liscio e avrà incorporato aria creando delle belle bolle.
Lasciato riposare per l’ultima volta, spolverate della farina di grano duro su un piano di lavoro e ribaldate delicatamente l’impasto delle ciabatte.
Con un tarocco o un coltello porzionate l’impasto, noi preferiamo realizzare delle Ciabatte più piccole, ma se preferite potete semplicemente dividerlo in due.
Infarinatevi le mani, date ai vostri panetti la forma di un rettangolo e trasferite le ciabatte su di una teglia rivestita di carta forno.
Lasciate lievitare 5-10 minuti, nel frattempo riscaldate il forno a 240° C.
Una volta caldo, infornate le ciabatte e lasciate cuocere per circa 15 minuti, fino a doratura.
Per ulteriore prova, bussate sul fondo delle ciabatte una volta cotte e assicuratevi che ne provenga un rumore vuoto.
Lasciate raffreddare prima di mangiarle.
Se volete trovate il video sul nostro profilo Instagram!

ciabatte-semola

Il profumo e il sapore del pane appena sfornato è difficile da battere.
Se vi siete appassionati alla panificazione date uno sgiardo al nostro cestino del Pane in cui troverete Panini burger allo zafferano, un Biove, grissini e una focaccia alle zucchine.
Se siete amanti dei Panini burger trovate abbiamo realizzato una versione vegana a dir poco perfetta.
Ma se amate un pane più saporito leggete i nostri Panini alle olive o semplici Panini integrali o la Pagnotta alla ricotta e timo, soffice e profumata preparata con pasta madre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.